tusk-watermarked-1-693x1024Ecco un film che non piacerà quasi a nessuno e che è piaciuto tanto a me. Kevin Smith non tradisce mai e conferma che Red State non è stato un episodio isolato, Dopo tanto cinema divertente e generazionale, il cinema di Smith ha preso una piega diversa, tragica, dolente, inaspettata, crudele. Ecco dunque Tusk, storia di un mostro con le fattezze di un uomo, che troverà l’aiuto di cui ha bisogno, per diventare un mostro vero e proprio. Sgradevole, sconcertante e mai banale, il cinema di Smith ha iniziato a riflettere su ciò che l’uomo serba nascosto dentro di se, nel profondo, quell’inconfessabile putredine di cui tutti, un pochino, siamo pieni. Prezioso.

Annunci