Che gran brutta cosa i matrimoni noiosi.

Già di per se questa fastidiosa convenzione sociale che va a braccetto con la festa privata e viene spesso a torto definita come “il giorno più felice di tutti”, nasconde insidiosamente in se i germi del tedio.

I soliti gesti ripetuti cerimonia dopo cerimonia lasciano sfiancato anche il più entusiasta degli invitati, che dopo la solita girandola di presentazioni, antipasti, dolci, scherzi, discorsi e brindisi, inizia lentamente a serbare un rancore più che profondo nei confronti di questa gioiosa rappresentazione dell’amore.

Resta quindi un vero e proprio mistero come il cinema non possa fare a meno di celebrare, indagare e vivisezionare questa vetusta tradizione, fino a proporci dozzine di pellicole fotocopia, misteriosamente impegnate a descrivere “il giorno più bello” e tutto quello che ci ruota attorno. The wedding party non fa eccezione e purtroppo per noi, come nelle peggiori cerimonie, ripropone il solito corollario di ragazze strane, problemi irrisolti e promesse mancate. Continue reading “THE WEDDING PARTY”