Entro in sala, le luci si spengono, comincia il film ed il tempo si ferma, trasformando gli spettatori in ostaggi di un’apnea emozionale, che cesserà soltanto con i titoli di coda.

Ci voleva il veterano Philip Noyce per farci respirare ancora una volta l’aria della strisciante tensione tra Usa e Urss, che ha caraterizzato moltissime pellicole del passato. Salt, strizza l’occhio al cinema degli anni ’80, riportando in vita topoi e tematiche che sembravano ormai accantonate da tempo.

Forte della splendida ed ingombrante presenza fisica di una Angelina Jolie veramente in parte (tremano le vene dei polsi a pensare cosa sarebbe stato questo film in mano all’ormai marmorizzato Tom Cruise), Salt è un bellissimo film d’azione, come non se ne vedevano da ormai molto tempo. Lasciati dietro le spalle sottotesti pretestuosi e sentimentalismi da romanzo d’appendice, dopo soli circa dieci minuti, la pellicola si impenna e vola altissima, regalando un bellissimo e necessario giro sulle montagne russe. Continue reading “SALT: Il grido di battaglia del passato che ritorna”