IT – Chapter One (dai che lo sapevate già, non fate i finti tonti…) è un film fallace, forse pieno di difetti, che inciampa e cade, eppure, esattamente come il suo mostruoso protagonista, si rialza sempre, sfacciato, beffardo, pauroso, instancabile. I puristi forse storceranno il naso, nemmeno si riescono a contare le inesattezze, eppure questo è King al 100% come non si vedeva da tempo. Facilone a volte, pronto a porgere il fianco allo spavento facile, eppure conserva intatta e cristallina l’anima del capolavoro del Re… le pedalate in bici, il cameratismo, la scoperta della sessualità, gli odiosi bulli, gli adulti assenti, terribili o pericolosi, l’amicizia vera, l’amore, la paura e la gioia di vivere un’avventura enorme, pericolosa ed indimenticabile… adesso però arriva la parte difficile, il Capitolo Secondo, l’età adulta, molto facile sbagliare il tono e perdersi, vedremo… lo aspettiamo col fiato sospeso.

Annunci