all-hallows-eve-2.38489

Mica male l’idea di un film a micro episodi, tutti sul tema Halloween. Una ragazza trova fuori dalla porta di casa, la proverbiale e ormai immancabile videocassetta e dal momento in cui la infila nel videoregistratore, gli incubi cominciano a dipanarsi uno via l’altro, senza soluzione di continuità, a parte un’inquietudine crescente. Diciamolo subito, il primo corto (Jack Attack) e l’ultimo (Alexia) sono in assoluto i migliori, vere e proprie perle horror, di lancinante e bastarda bellezza: nel primo potremo osservare gli inaspettati effetti dello svuotamento di una zucca, mentre nell’ultimo (rintracciabile anche su YouTube) a farla da padrona è una ex fidanzata fantasma, preparatevi a tremare. Gli altri corti, sono un appagante giro sulle montagne russe delle infinite possibilità fornite dall’universo horror: si va dal semplice maniaco omicida, fino al classico uomo nero sotto il letto, passando per un’insolita offerta, l’ultimo Halloween dell’umanità e chi più ne ha, più ne metta. Corti intelligenti, brevi, fulminanti e girati splendidamente, l’ennesima dimostrazione che il genere, anche quando si cimenta con il più canonico dei canovacci, in questo caso il classico film ad episodi, può ancora regalare qualche bella sorpresa e un’abbondante dose di brividi. Un ottimo antipasto, anche per i palati più raffinati, in attesa dell’abbuffata della notte più stregata dell’anno.