SPY_1SHEETPaul Feig è un tipo interessante, da tenere d’occhio. Nella tradizione di certa commedia Hollywoodiana, il nostro ci ha già regalato il notevole Le amiche della sposa e il piacevolmente sorprendente Corpi da reato (titolo italiano da denuncia, quello originale era The eat). Non sbaglia nemmeno questa volta e Spy, di nuovo affidato alle esuberanze di Melissa McCarthy, con la complicità di un esilarante Jason Statham, che rifà se stesso, diverte ed intrattiene. Grazie ad una perfetta scelta dei tempi comici, uniti ad una parodia gustosa ed intelligente di un cinema di solito fin troppo serioso, Spy funziona, rappresentando un bel colpo di coda in una stagione che ormai langue verso una lenta agonia estiva.

Advertisements