unfriended-poster03Dopo tonnellate di Paranormal Activity ed affini cloni, decine di found fotage e discutibili horror giovani-decerebrati senza un pizzico di inventiva, ecco fare la sua comparsa Unfriended, pellicola più interessante di quel che potrebbe apparire a prima vista. Girato in tempo reale, un’ora e venti in tutto, sfruttando le potenzialità di un desktop e delle sue accessibilità verso il mondo (skipe, Facebook, spotify, google, youtube, iMessage….) questo filmino piccolo e forse già visto, stupisce piacevolmente non per la trama più che risaputa e fin troppo telefonata, ma per l’insolita ridda di mezzi espressivi che decide di utilizzare. Sfruttando intelligentemente possibilità piuttosto inedite, ma soprattutto mai usate in maniera così pertinente (essendo in tempo reale, il film è pieno di pause ed attese: mentre un filmato si carica o mentre attendiamo la risposta ad un messaggio…) Unfriended si classifica come una piacevole sorpresa di questa estate cinematografica appena iniziata.

Advertisements