Natale-134Per chi non lo sapesse, l’intento e’ quello di segnalare un film al giorno fino ad arrivare alla vigilia di Natale, collezionando così un vero e proprio calendario dell’avvento. La novità rispetto agli anni passati riguarderà la scelta dei film. Ho deciso infatti di includere anche pellicole non tipicamente natalizie, ma semplicemente adatte al clima delle feste.

Buon Natale e buon viaggio a tutti noi.

.

144060.1020.A.jpgInserisco questo film per due ragioni.

Per prima cosa, di Billy Wilder io non ne ho mai abbastanza, soprattutto di pellicole come questa, forse poco note al grande pubblico, ma veri e propri gioielli. In secondo luogo, qui siamo di fronte, vi prego di credermi sulla parola, a uno dei film più divertenti che vi capiterà mai di vedere.

Non sto parlando di qualcosa di opinabile, ma di una pellicola talmente travolgente, che rimarrà scolpita nella vostra memoria per sempre, andando a rivoluzionare una volta per tutte, i canoni che definiscono quel che possiamo veramente considerare comico.

Capitanato da un James Cagney talmente in forma da risultare inarrestabile, Uno due tre, è un capolavoro di ritmo e di scrittura, zenit di comicità intelligente e lucidissima, che lascia dietro di se la quasi totalità del ciarpame che viene prodotto oggi e che qualcuno spaccia per divertente.

Non lo faccio quasi mai, ma vale la pena accennare la trama, per lasciarvi intuire il genio che la sceneggiatura cela in se. Cagney interpreta il direttore della Coca Cola a Berlino Ovest, ovviamente siamo in piena guerra fredda e il buon direttore, con ambizioni di carriera, si troverà a gestire e rendere accettabile il matrimonio improvviso tra la figlia del suo Presidente e un giovane abitante della parte Est, ovviamente convinto comunista.

Wilder prende questo plot esplosivo e lo fa letteralmente deflagrare tra le mani dello spettatore, coinvolgendolo in una girandola di sottotesti politici, duelli verbali che meritano più di una visione e divertiti echi di un passato, che qui diventa oggetto di intelligente scherno e feroce satira.

Intelligente, travolgente, immortale e molto più polemico e  moderno di tanto cinema che si vede oggi e che indegnamente si fregia del titolo di politicamente scorretto, Uno due tre è un’inarrestabile cavalcata delle valchierie, capace di farci lacrimare gli occhi dal ridere ed implorare pietà.

Uno dei miei cult assoluti, e se gli date una possibilità, potrebbe facilmente diventare uno dei vostri.

.

Annunci