Natale-134Per chi non lo sapesse, l’intento e’ quello di segnalare un film al giorno fino ad arrivare alla vigilia di Natale, collezionando così un vero e proprio calendario dell’avvento. La novità rispetto agli anni passati riguarderà la scelta dei film. Ho deciso infatti di includere anche pellicole non tipicamente natalizie, ma semplicemente adatte al clima delle feste. 

Buon Natale e buon viaggio a tutti noi.

.

locandina-usa-sunset-boulevard-viale-del-tramontoA cominciare da William Holden che galleggia morto in piscina, passando ovviamente per l’indimenticabile Eric Von Stroheim e finendo poi con la straordinaria, pazza, splendida e decadente Gloria Swanson, siamo di fronte ad una delle pellicole più belle e significative che la storia del cinema ricordi.

Perfetta e senza tempo come il cinema che racconta, Viale del tramonto e’ prima di tutto la più importante pellicola su Hollywood che sia mai stata fatta, riflessione caustica, necessaria e dolorosa che attraverso il personaggio di Norma Desmond traghetta lo spettatore in un mondo morto, ammuffito, barocco, solo all’apparenza maestoso, ma in realtà abbandonato ad una decadenza putrescente, spettro di un’epoca che non esiste più.

Riflessione complessa e forse non ancora a pieno compresa sul mezzo cinema, ma anche sul passare del tempo, la pellicola di Wilder vive di momenti indimenticabili e battute da recitare a memoria come un mantra salvifico. Forse poco Natalizio, anche se contiene una fantastica sequenza ambientata a capodanno che è rimasta nella storia, Viale del tramonto (che è diventato anche un ottimo musical grazie ad Andrew Lloyd Webber) va riscoperto da chiunque ami il cinema e venerato visceralmente da tutti quelli che non hanno ancora avuto il piacere di incontrarlo nel loro cammino di crescita filmica.

È proprio a questi ultimi fortunati che va la mia invidia e il mio appello più accorato, quei verginei volenterosi ancora inconsapevoli di quel meraviglioso bianco e nero, di quelle parole indimenticabili, delle tante citazioni e delle comparsate cinefile e di quello straordinario, commovente, folle e sognato finale, che per sempre vivrà nella memoria e nel cuore di coloro che respirano e vivono con il cinema.

E ora scusate, sento che mi chiamano dal piano di sotto… sono pronto per il mio primo piano.

.

Trailer di Viale del tramonto

.

Uno splendido brano tratto dal musical Sunset Boulevard

Annunci