Urlo? Urlo.

Aaaaahhhhhhhhhhh !!!!!!!!!!!!!

Ecco, finito di vedere Project Nim, sapiente documentario che sa benissimo essere anche molto altro, non resta altro che urlare.

Guardate che qui non parliamo di genocidio o di riscaldamento globale, ma di scimpanzé.

Siamo negli anni ’70 e Nim è il nome di uno scimpanzé nato in cattività e sottratto immediatamente alla madre per  farlo crescere dagli uomini come se fosse un uomo, mettendolo così al centro di un progetto scientifico volto ad insegnargli ad esprimersi con il linguaggio dei segni.

Tutto qui, direte voi, un pochino infastiditi dal mio incipit urlato, eppure c’è molto di più, perché purtroppo è un fatto che quella che parte come una favola si trasforma in un incubo, anzi in un vero e proprio dramma. Attraverso le testimonianze di chi ha vissuto a stretto contatto con Nim, conosciamo la sua storia e condividiamo i suoi progressi, i dubbi etici dell’equipe e soprattutto l’identità violata di questo essere docile di cui è fin troppo facile innamorarsi.

Project Nim, nella tradizione dei documentari migliori, non ci spinge la sua tesi in gola a forza, come una medicina amara, ma lascia che noi tutti ci formiamo un’idea maturata da ciò che scorre davanti ai nostri occhi, senza suggerirci la chiave con cui leggere la realtà, ma lasciando che questa si manifesti a noi lentamente, naturalmente, come qualcosa che è sempre stato lì, solo che era dannatamente difficile da afferrare, comprendere fino in fondo.

Ecco quindi che ora della fine ci scopriamo commossi, ma anche arrabbiati e con una gran voglia di urlare, perché quella che abbiamo visto è la partecipata rappresentazione di una vita indegnamente utilizzata per scopi non legittimi che non avevano nulla a che fare con il rispetto e la conservazione, ma avevano l’unico obbiettivo di sfruttare e buttare via.

Una realtà che fa aprire gli occhi, colpisce e indigna, fa pestare i piedi a terra e rende paonazzi in volto, perchè ne sono sicuro, quella che ho scorto nello specchio poco dopo la visione, era pura vergogna.

.

VOTO

.

Annunci