L’idea è quella di fornirvi un calendario dell’avvento, da sfruttare in queste feste. Un post al giorno per 24 giorni, pubblicato allo scoccare della mezzanotte. La selezione delle pellicole è piuttosto atipica, ma soprattutto arbitraria. Dalla commedia al dramma, passando per la tv e l’animazione, senza però scordare quei film che , anche se non strettamente a tema natalizio, hanno da sempre scandito il periodo delle feste, o più semplicemente rappresentano un nostalgico ricordo a cui attaccarsi pervicacemente.

Antivigilia di natale, il tempo stringe e il vecchio vestito di rosso è ormai all’orizzonte.

A questo punto basterebbe la parola Mabumbo per far drizzare le orecchie di molti, cataputati chissà come su di un’isola magica, pienza zeppa di animali animati, intenti a confrontarsi in una indimenticabile partita di calcio.

Pomi d’ottone e manici di scopa non è certo un film tipicamente natalizio, ma trovo che sia una pellicola deliziosa e delicata, perfetta per predisporre gli animi a quella che dovrebbe essere una festa piena di magia e meraviglia. Sono proprio la magia e la meraviglia le protagoniste di questo gioiellino targato Disney con un’anima da musical.

Streghe apprendiste e maghi cialtroni, gatti neri e conigli, cartoni animati e letti fatati, insomma gli ingredienti perfetti per tutta la famiglia. Se Angela Lansbury è perfetta e deliziosa il burbero dal cuore d’oro David Tomlinson, già amato da tutti noi in Mary Poppins, non è da meno, mentre il terzetto di bambini è come di prassi da applauso.

Sequenze come quella di Portobello Road, un vero e proprio pezzo da Broadway, e soprattutto quella lunghissima ambientata nell’isola di Mabumbo restano conficcate nella mente per decenni, facendosi ricordare e sognare per sempre. La parte finale con i soldati nazisti è un po’ pretenziosa, ma a tanta meraviglia si perdona volentieri tutto, anche un’invasione militare sul suolo d’Inghilterra, sventata da armate fantasma.

Non bisogna poi mai dimenticare che il tema dominante è sempre la famiglia, la ricerca cioè di un nucleo di affetto e stabilità, capace di accoglierci e coccolarci, sostenerci e darci riparo contro le intemperie della vita. Pomi d’ottone e manici di scopa urla fortissimo il proprio messaggio di unità, coesione e compassione, facendoci tremare, sperare e sospirare per la neonata fragilità della famiglia appena costituitasi.

Delicato, senza volgarità e splendente come solo i film di parecchi anni fa sanno essere, Pomi d’ottone è una gioia per gli occhi, ma soprattutto per il cuore di chi, come il sottoscritto, inizia ad invocare un ritorno al passato.

.

Qualche Flash Mob per augurarvi Buon Natale

.

.

Annunci