L’idea è quella di fornirvi un calendario dell’avvento, da sfruttare in queste feste. Un post al giorno per 24 giorni, pubblicato allo scoccare della mezzanotte. La selezione delle pellicole è piuttosto atipica, ma soprattutto arbitraria. Dalla commedia al dramma, passando per la tv e l’animazione, senza però scordare quei film che , anche se non strettamente a tema natalizio, hanno da sempre scandito il periodo delle feste, o più semplicemente rappresentano un nostalgico ricordo a cui attaccarsi pervicacemente.

Questo probabilmente a sorpresa è uno dei miei film natalizi preferiti.

Semplice e basato su di una premessa splendidamente geniale, Fuga dal Natale, presuppone che una coppia di attempati genitori, approfittando della partenza della figlia per il college, decidano di partire per una crociera di lusso, saltando di fatto la festa più amata di sempre. Questa decisione avrà ovviamente conseguenze al di là di ogni possibile immaginazione.

Meravigliosamente equilibrato tra una bella dose di vetriolo e un’abbondante  spruzzata di buon spirito natalizio, Fuga dal Natale può contare sulle interpretazioni di una splendida Jamie Lee Curtis, un luciferino Dan Aykroyd e un mai così convincente Tim Allen, vero mattatore deciso a tutto pur di aggiudicarsi la sua crociera da sogno.

Prese le debite distanze, il film è anche una splendida parabola su cosa significa essere genitori. L’immediatezza con cui si ribalta una situazione e il repentino cambio di rotta quando in qualsiasi decisione vengono coinvolti i figli, fa tenerezza e regala al film una spinta in più, accompagnandolo così verso una degna e commovente conclusione.

L’importanza di appartenere ad una comunità, la gioia di passare le feste in famiglia e l’euforia del dare e condividere, fanno da cornice a quella che dopotutto è una bella favola di Natale, ammantata di neve, buone intenzioni e persone straordinarie.

Ora della fine ci sarà spazio per qualche bel momento esilarante, una chiassosa festa sotto l’albero, un improbabile Babbo Natale, un dono inaspettato, un paio di importanti riconciliazioni, tantissimi fiocchi di neve e qualche lacrima solitaria.

Insomma, il solito perfetto film natalizio.

.

Annunci