Alla fine del post, oltre al solito trailer, trovate un brano tratto dalla colonna sonora. L’idea è quella di mettere in play il brano e poi leggere la recensione. Un modo per entrare dentro al film,  respirandone l’atmosfera… o forse solo un gioco.

Colpisce al cuore Kick-ass come non capitava da molto molto tempo.

Colpisce al cuore, perchè di cuore e sangue è fatto.

A parte i giri di parole sibillini, Kick-ass è un signor film, una pellicola che parla di un gruppo si supereroi sui generis, ma a loro modo indimenticabili. Lontano anni luce dal divertimento fine a se stesso (anche se estremamente divertente), è proprio nelle sue parti drammatiche (commoventi?) che il film da il suo meglio.

Se Aaron Johnson è un ottimo protagonista, quello che conquista davvero sono l’innocenza negata e sanguigna di Chloe Moretz (Hit Girl) e la dolente ed amorevole maschera paterna interpretata da Nicolas Cage (Big Daddy). Supereroi senza super poteri, ma con moltissima responsabilità, il gruppo di protagonisti di Kick-ass accoglie lo spettatore in un mondo in cui il sangue scorre a fiumi, la pietà non esiste e la città assiste indifferente in attesa di un segnale di sveglia.

Bilanciando splendidamente le due anime che lo compongono, quella comica e quella tragica, il film decolla immediatamente, riempiendoci occhi, cuore ed anima di speranza, volontà, coraggio e sangue. Colpevolmente tralasciato (almeno fino ad ora) dalla distribuzione del bel paese, Kick-ass rischia di essere qualcosa di veramente nuovo. Non si parla dei soliti supereroi con super poteri e super problemi, qui si parla di vita, di verità, di giustizia, di vendetta, di infanzia, di padri e  soprattutto di figli.

Tratto da un comic scritto da Mark Millar e disegnato da John Romita Jr. Kick-ass (non mi stancherei mai di ripetere questo geniale nomignolo) vi sorprenderà e vi farà desiderare di indossare un costume da vendicatore. Alcune scene (il finale sopra tutte) vi marcheranno a fuoco per sempre la retina, mentre altre (Big Daddy…) arriveranno a straziarvi il cuore e a commuovervi oltre il limite della decenza. Forse non è poco per poter sognare e sicuramente è abbastanza per poter finalmente vedere un buon cinema.

VOTO

Da 00 a 13 anni: Troppo violento, n.c.

Da 14 a 22 anni: Fighissimo, 10

Da 23 a 33 anni: Molto figo, 9

Da 34 a 45 anni: Splendido, 9

Da 45 a 70 anni:  Molto bello, 8

Trailer del Comic Book.

Bellissimo brano tratto dalla Colonna sonora del film