L’idea è quella di regalarvi (!?) un calendario dell’avvento cinematografico. Ogni giorno dal primo di Dicembre, fino al giorno di Natale, pubblicherò a mezzanotte ed un minuto, la recensione di un film natalizio.

L’idea è quella di accompagnarvi passo passo, scoprendo ogni giorno insieme a voi un film diverso, verso il lungo cammino che ci porterà al Natale prossimo venturo.

 

Bisogna dare atto al Dr. Seuss di aver creato alcuni dei personaggi migliori che la letteratura per bambini ricordi. Il gatto con il cappello matto, gli Snicci, ma soprattutto Ortone ed il mitico Grinch, sono i fiori all’occhiello di un modo di creare storie e mondi, che fanno della prosa in rima la propria delicata e sorprendente cifra stilistica.

Non fa quindi eccezione Il Grinch, storia natalizia assoluta ed intramontabile con protagonista uno strano essere verde con il cuore di due taglie più piccolo. Ottimamente interpretato dall’eclettico Jim Carrey, il film diretto dal mestierante Ron Howard, si conficca nel cuore come una freccia di zucchero candito.

A farla da padrone sono ovviamente le splendide scenografie, i fantasiosi costumi e le impensabili acconciature di un manipolo di personaggi che abitano un mondo incantato che sta dentro un fiocco di neve. Con una storia tanto bella, fallire era impossibile e anche se ogni tanto Carrey esagera e scade nella macchietta, il film funziona alla grande, macinando buoni sentimenti e voglia di riunirsi tutti sotto un albero di Natale.

Film come Il Grinch, ti afferranno per il bavero sin dalla prima inquadratura ed hanno l’enorme potere di trasportare lo spettatore altrove, lasciandolo libero, commosso e lacrimante, solo all’arrivo dei titoli di coda. Merito anche della straordinaria Taylor Momsen, nel ruolo della piccola Cindy Chi-Lou, che riesce a farci respirare l’aria dello spirito natalizio e a renderci schiavi di essa, desiderosi di provare ancora quelle sensazioni magiche ed indimenticabili proprie della nostra infazia e che ora albergano solo nei nostri ricordi di adulti.

Il Grinch siamo tutti noi, brutti, pelosi e verdi, incapaci di capire cosa sia veramente il Natale o disperatamente impegnati ad ignorarlo, ma come ci fa notare giustamente il Dr. Seuss… il Natale non può essere fermato, il Natale comunque è arrivato.

Trailer originale de Il Grinch

Where are you Xmas, title soundtrack de Il Grinch, eseguita da Faith Hill

Annunci