L’idea è quella di regalarvi (!?) un calendario dell’avvento cinematografico. Ogni giorno dal primo di Dicembre, fino al giorno di Natale, pubblicherò a mezzanotte ed un minuto, la recensione di un film natalizio.

L’idea è quella di accompagnarvi passo passo, scoprendo ogni giorno insieme a voi un film diverso, verso il lungo cammino che ci porterà al Natale prossimo venturo.

Versione molto anni 80 del classico di Dickens, questo film di Richard Donner (Superman, Il presagio, I Goonies e la saga di Arma Letale) con un Bill Murray ancora non spocchioso ed insopportabile, appannaggio del cinema alto ed intelletuale, versione che francamente si lascia guardare con piacere.

Per carità rivista ed aggiornata, la storia è sempre la stessa e anche se non siamo più nella Londra vittoriana, ma nella New York della tv spazzatura, consumista ed arrogante, il messaggio natalizio di amore e carità diffuso dalle pagine di Dickens non perde certo di intensità, anzi risulta particolarmente calzante al periodo storico qui descritto.

Forte di una figura di Scrooge tra le più belle ed umane mai rappresentate sullo schermo, SoS Fantasmi (pessimo titolo italiano) porge volentieri il fianco all’umorismo, regalando sorrisi, speranza e lacrime. E’ proprio la figura di Bill Murray a risultare vincente rispetto ad altri Scrooge cinematografici, troppo gretti e caricaturali, qui il difetto più grande non è l’avidità, ma l’arroganza, l’egoismo e la noncuranza verso il prossimo.

Prima della fine ci sarà anche tempo per una veloce riflessione sul lavoro totalizzante ed ormai assunto a valore imprescindibile, arrivando a completare così un quadro dettagliato e spietato di un certo arrivismo (vi ricordate gli yuppies?) tipico di quegli anni e non solo.

Tutto questo per dire che SoS Fantasmi è meno banale di quel che sembra e poi è impreziosito dalla più bella catarsi che si possa sognare in una trasposizione del Canto di Natale. Quando Scrooge si ravvede, lo fa completamente e a telecamere accese, pronto a gridare a tutto il mondo il suo amore, pronto ad abbracciare pubblicamente lo spirito natalizio, raddrizzando i torti e mutando i rimpianti in occasioni.

Umano, umanissimo, commovente.

Trailer italiano di SoS Fantasmi

Discorso sul Natale di Bill Murray nel finale di SoS Fantasmi

Annunci