L’idea è quella di regalarvi (!?) un calendario dell’avvento cinematografico. Ogni giorno dal primo di Dicembre, fino al giorno di Natale, pubblicherò a mezzanotte ed un minuto, la recensione di un film natalizio.

L’idea è quella di accompagnarvi passo passo, scoprendo ogni giorno insieme a voi un film diverso, verso il lungo cammino che ci porterà al Natale prossimo venturo.

Non lasciatevi ingannare, questo film è un capolavoro, nel suo genere è chiaro, ma sempre di capolavoro si tratta.

Pellicola corale assoluta, capace da sola di mettere la parola fine a tutte le commedie romantiche prodotte fino a questo momento (sul genere Notting Hill, tanto per capirci), Love Actually ha il grande merito di essere estremamente divertente, ottimamente interpretata e splendidamente emozionante.

L’amore in tutte le sue forme e le sue sfaccettature, dalla pura amicizia alla famiglia, dall’amore impossibile a quello romantico e corrisposto, fino al tradimento e la morte, ogni possibile accezione di questo sentimento universale, viene qui approfondito o semplicemente sfiorato. Con una levità di scrittura ed interpretazione che ha del sensazionale, Love Actually si imprime per sempre nelle nostre menti, ma soprattutto nei nostri stanchi cuori, ormai disillusi e disincantati.

Lo ammetto, Love Actually è quel tipo di film che vedrei mille volte senza stancarmi mai, non so se a voi è mai capitato, ma esistono pellicole che catalizzano la nostra attenzione, mandando in corto circuito le nostre sinapsi. Film inspiegabilmente dotati di una grazia speciale e preziosa, capace di arrivare a sfiorare i più segreti anfratti del nostro cuore.

Grazie a sequenze memorabili interpretate da attori in stato di grazia (una su tutte, la scena in cui una tradita Emma Thompson si rifugia tra le note e le parole di Jony Mitchell), tanto sentimento, spirito natalizio e un geniale adattamento di Love is all around, Love Actually è film da non sottovalutare, in quanto con una disarmante e sincera semplicità, esplora l’animo umano, le sue contraddizioni, le sue paure e la sua imprevidibile meraviglia.

Da guardare sotto le feste, abbracciati a qualcuno che si ama, o da soli, stringendo al cuore qualcosa di veramente caldo, pronti ad emozionarsi e a piangere senza vergogna.

Trailer originale del film.

Montaggio di varie scene del film, accompagnate da All you need is love