Come ho già avuto modo di dire, James Newton Howard è autore sensibile e mai banale.

Ne è un ottimo esempio la toccante partitura composta dal nostro per lo splendido King Kong diretto da Peter Jackson. Rinunciando alla tentazione di creare una colonna sonora tonitruante ed epica, Howard mette in campo tutta la sua sensibilità, spostando il tiro sui sentimenti e sulla speciale e delicata relazione che intercorre tra la bella e la bestia.

In questo senso, Central Park è un pezzo splendido e toccante, un sussurro, una carezza, un leggero bacio appena accennato a fior di labbra.

Buon ascolto…