Passato il torpore indotto dalla visione del capitolo secondo delle avventure di Iron Man, la prima parola che viene alla mente è spreco.

Spreco di risorse e cast, per una pellicola che se da un lato fa acqua da tutte le parti, dall’altro annoia mortalmente. Raramente si è vista una flottiglia di ottimi attori, così malamente sfruttati (viene in mente Sean Connery in Robin Hood-Principe dei ladri), al servizio di una trama non solo banale, ma anche un tantino stupida.

Cominciamo dal principio. Il primo Iron Man era veramente un ottimo film, nessun miracolo capiamoci, ma un buonissima pellicola tratta da un comics, purtroppo alla sua seconda prova, l’eroe d’acciaio cade nel luogo comune e nella pedissequa ripetizione di temi, sequenze e soluzioni visive già viste. Dopo un inizio polemico ed interessante (una bella riflessione sulle armi), il film regala una sequenza al fulmicotone ambientata in un circuito automobilistico, in cui il cattivo fa il suo ingresso in grande stile.

Purtroppo a tale antipasto non corrispondono altrettante ottime portate e il film si sfilaccia nell’imbarazzante tentativo di approfondire la psicologia del personaggio Tony Stark, personaggio che a dirla tutta, risulta alla lunga, quantomai irritante. L’ombra del padre, il suo genio e la sua sregolatezza, l’amore per il lusso e l’alcol e una fantomatica nuova molecola celata tra la polvere del tempo, sono maldestramente mescolati ad una festa di compleanno da dimenticare con tanto di scazzottata in armatura, a ripetuti ed insistiti ghigni diabolici del super cattivo Mickey Rourke (sfruttato malissimo), a fugaci comparsate di Samuel L. Jackson, Gwyneht Paltrow, Scarlett Johansson (un vero spreco) e alla guascona gigioneria di un irritante Sam Rockwell. Il finale poi, assomiglia vagamente ad una barzelletta già sentita e ricorda pesantemente quello di Ghostbusters.

Niente di buono quindi? In realtà no, qualcosa si salva. Robert Downey Jr. ha fatto cose ben migliori (Chaplin, Tropic Thunder), ma la sua faccia da schiaffi è perfetta per interpretare Tony Stark e gli effetti speciali non mancano e sono di prim’ordine.

In attesa di vedere realizzato il progetto Vendicatori, tremiamo al sol pensiero di veder realizzati Thor e Capitan America. I film tratti dai super eroi vanno bene, ma qui si esagera, sembra di stare alla Coop nel giorno del 3×2.

Se voleste approfondire in modo scherzoso l’argomento, ho postato una videorecensione di Iron man 2. Si tratta di un dialogo tra il serio (poco) ed il faceto (molto) tra me e l’amico Alberto, nulla di trascendentale, si tratta solo di due amici che discorrono delle magagne del film. ATTENZIONE SPOILER: Astenersi rigorosamente tutti coloro che intendono vedere il film. (http://www.youtube.com/watch?v=GQ_ZIXQPRJ0)

VOTO

Da 00 a 13 anni: Bellissimissimo, 10

Da 14 a 22 anni: Molto Bello, 8

Da 23 a 33 anni: Insomma, 6

Da 34 a 45 anni: Zzzzzz, 5

Da 45 a 70 anni:  Proprio no, 4

Annunci