Quattro ragioni per andare a vedere Sherlock Holmes:

1) Robert Downey Jr: E’ sempre un piacere ammirare questo bravo attore, rinato dopo un periodo di abusi ed eccessi, che lo avevano relegato nel limbo dei dimenticati.
2) Jude Law: E’ un piacere ammirare anche lui. Attore versatile e talentuoso.
3) Brad Pitt: Se il film avrà successo ne verrà fatto un seguito e la parte del Professor Moriarty (il nemico giurato di Holmes) dovrebbe essere affidata proprio al buon Brad.
4) Sherlock Holmes: Il personaggio di Conan Doyle è senza tempo, un piacere per gli occhi e la mente di chiunque.

Proprio Sherlock Holmes deve essere il motivo principale per spingervi al cinema. Accantonate le polemiche che vedevano scandalizzati i puristi di ogni età, letteralmente sconvolti dal fatto che il loro beniamino menasse le mani e sembrasse più uscito da un episodio in costume di Mission:Impossible, piuttosto che dalla pagina scritta, bisogna ammettere che il film funziona. Per tutti coloro che si sentiranno offesi nel profondo, ci tengo a ricordare che le migliori trasposizioni del personaggio di Holmes che personalmente abbia mai visto, sono quelle fornite da Senza indizio e da Piramide di paura.

Non ho trovato quindi nessun motivo di scandalo nel vedere il nostro eroe a petto nudo mentre combatte con una montagna di muscoli determinata a schiacciarlo. I personaggi immortali della pagina scritta, hanno il loro punto di forza proprio nel fatto che possono essere plasmati e modificati secondo le esigenze ed i gusti del mezzo che vanno a servire. Il cinema non è la letteratura ed è bello pensare che non lo sarà mai, credere di poter trasportare sul grande schermo le avventure di Holmes così come le aveva pensate Conan Doyle è pura utopia, anzi, è un atto di grande presunzione.

Al di là del valore del film, che in questo caso è davvero poca cosa visto che si tratta della classica pellicola baraccone fatta per divertire, non bisogna mai trascurare il fatto che grazie ad esso, una nuova generazione si sta appassionando alle gesta di Sherlock e del buon Watson. Comunque la mettiate, istillare nuova vita nella letteratura e nel cinema è una benedizione che non ha prezzo, tira in ballo la tradizione e la sostanza di cui sono fatti i sogni. Ricorderò sempre che appena uscito quel pasticciaccio brutto di Troy, mi capitò di vedere una mamma che in libreria cercava l’Iliade da regalare al figlio, che era rimasto letteralmente stregato da Achille e soci.

Concludendo quindi, non facciamo l’errore di pensare che tutto è immutabile, che la contaminazione è malvagia e che alcune cose non si possono toccare, perchè in quel momento facciamo un torto al cinema, alla cultura e a noi stessi. Per quel che mi riguarda quindi, Sherlock Holmes è un filmino assolutamente godibile, senza pretese e dotato di una certa freschezza. I duetti tra i due protagonisti sono frizzanti e divertenti, non solo, il mistero messo in scena è intrigante e la Londra ricostruita toglie il fiato… tutti motivi sufficienti per farmene consigliare la visione.

Elementare.

VOTO
Se avete da 00 a 13 anni: Divertentissimo, 9
Se avete da 13 a 20 anni: Molto divertente, 8
Se avete da 20 a 30 anni: Bello, 7
Se avete da 30 a 40 anni: Molto carino, 6,5
Se avete da 40 anni in su: Carino, 6

Annunci