Archivi categoria: Fantasy

ABOUT TIME

about-time-posterAbout time, recita il titolo originale, ma potremmo dire: about cinema. Non fate l’errore di sottovalutare questo gioiellino, intriso di diafane riflessioni sulla vita, le scelte e il tempo che ci viene concesso, in troppi hanno liquidato questo film come banale commedia romantica. Pur essendo in parte d’accordo, devo per forza storcere il naso al cospetto di una definizione così elementare e superficiale, che tiene inevitabilmente forse conto della forma, senza valutare invece una sostanza costruita di vere aspirazioni e reali meriti. Questione di tempo, parte come la più classica delle commedie romantiche britanniche, costellata di personaggi singolari, trovate intelligenti (tra cui ovviamente quella che rappresenta il motore narrativo dell’intera vicenda) e un zuccheroso profumo di amorose offerte, non troppo diverso quindi dai suoi illustri predecessori, veri capisaldi di ogni gentil donzella dal cuore palpitante. Eppure ad un certo punto, indicativamente verso la sua metà, la pellicola prende una direzione diversa, mentre noi spettatori ci accorgiamo che da quel momento in poi sullo schermo scorre una storia diversa, più sfumata, intima e delicata, che parla sì d’ amore, ma anche di vita, scelte, sacrificio e tempo, insomma con sorpresa ci si accorge che quel film che sembrava così lineare e quasi banale, si rivolge direttamente a ciascuno di noi. Ecco dunque che torniamo all’assunto di partenza, perché quando una storia diventa universale, senza paura di prendere direzioni diverse, operando scelte che potrebbero scontentare qualcuno, allora quello si chiama cinema. Non fraintendetemi, non siamo al cospetto di una pellicola rigorosa e rivoluzionaria, siamo sempre nel regno della commedia romantica, eppure era fin troppo facile sfruttare in maniera pedissequa e stancante il pur interessante canovaccio, magari generando esilaranti paradossi tanto cari alle atmosfere della commedia più triviale, mentre al contrario si nota un pizzico di sano ed onorevole coraggio, nel proporre qualcosa che va veramente al di là delle solite logiche, cercando di elevare la storia e facendola finalmente vagare libera verso vette di commovente empatia. Dopotutto il cinema, soprattutto quello di intrattenimento, non è ancora tutto uguale, feroce e ferito stereotipo, appannaggio di sceneggiature fast food, scritte, riscritte e revisionate da fin troppe menti, capaci in questi ultimi anni, e più “invecchio” e più tutto questo mi appare manifesto e lampante, di creare veri e propri mostri senz’anima, voraci, stupidi e quel che è peggio, dannatamente dimenticabili. About time sembra dirci che il tempo, il nostro tempo, è troppo poco per sprecarlo guardando brutti film.

1 commento

Archiviato in Commedia, Drama, Fantasy

HANSEL & GRETEL CACCIATORI DI STREGHE

hansel-and-gretel-witch-hunters-poster-speciale-imax-263966A volte non c’è niente di meglio di una bella cazzatona col botto!

Preso per buono che una volta spentesi le luci in sala assisteremo ad una serie di assurdità sparate a velocità supersonica, l’idea strampalata che Hansel e Gretel una volta uccisa la strega che se li voleva mangiare, abbiano deciso di fare di ciò una remunerata ed onorevole professione, ha quantomeno del sublime. Questo il semplice presupposto per una storia che senza tante sorprese, molto fracasso e tanto divertito divertimento, si crogiuola nella rivisitazione della fiaba e del mito, mai come questa volta così autoironico e scacciapensieri.

Se Jeremy Renner è un Hansel granitico, la sorpresa più grande arriva dalla burrosa e desiderabile Gretel interpretata da Gemma Arterton. Certo le streghe non mancano e il retrogusto steampunk che si respira per tutto il film, serve a concretizzare ed attualizzare un’atmosfera deliziosamente retrò, che conferisce al film una guascona cialtroneria capace di conquistare anche i più dubbiosi. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Action, Fantasy, Horror

IL GRANDE E POTENTE OZ

Il-grande-e-potente-oz-poster-locandinaIn più di quarant’anni di vita, almeno una cosa penso di averla capita: bisogna sempre fidarsi dei registi, quelli veri.

Il cinema degli autori, di coloro i quali hanno un’idea ben precisa e riconoscibile della settima arte, che sanno sempre dove mettere la macchina da presa e non si lasciano abbindolare da manierismi e modaiole tempeste di inquadrature senza senso, accompagnate da un montaggio spesso frenetico e stordente, insomma il cinema di questi autori ha sempre, o quasi, significato, cuore e anima. Così è stato recentemente per Gus Van Sant e Tarantino, ma anche per Tim Burton e Paul Thomas Anderson, ora è giunto il momento di fidarsi di Sam Raimi. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Avventura, Family, Fantasy

THE AMAZING SPIDER-MAN: Molto Peter, poco Spider

Basterebbe la sequenza delle gru a far tacere qualsiasi Cassandra voglia sminuire questo reboot, liquidandolo come adolescenziale e dimenticabile. Non me ne voglia nemmeno Sam Raimi, ma questo Spider-man è proprio un film straordinario, probabilmente migliore del suo.

Umanissimo e tremebondo, pieno di dubbi e di rabbia, di amore e tenerezza, il Peter Parker di Andrew Garfield ci resterà nel cuore per parecchio tempo, insieme agli occhi enormi, fragili ed innamorati di una altrettanto perfetta Emma Stone. Prima della solidissima sceneggiatura, capace di restituire freschezza e vigore ad una genesi tra le più risapute della storia dei fumetti, quello che resta veramente indelebile è la tenerezza quasi d’altri tempi, in punta di piedi, di una toccante love story, benedetta dall’invidiabile e palpabile chimica tra due ragazzi, protagonisti sullo schermo di un’emozione tanto forte, quanto sincera. Continua a leggere

6 commenti

Archiviato in Action, Fantasy

LA FURIA DEI TITANI: Uomini, Dei e dimenticabili Titani

Da che mondo e’ mondo l’eroe lotta, cade, si rialza, vince la guerra all’ultimo momento e si spupazza la bella di turno. La furia dei titani non fa eccezione e con un colpo di teatro tanto assurdo quanto prevedibile sottolinea ancora una volta l’inossidabile binomio eroe-gnocca.

Scherzi a parte, non c’è niente di male in questo giretto scacciapensieri sulle montagne russe della mitologia, ma inizio francamente a stancarmi di ripetere sempre le stesse cose, sottolineando le innocue intenzioni del solito pop-corn movie senza il minimo spessore. Il problema infatti è sempre quello di un cinema talmente leggero da risultare impalpabile, etereo e fondamentalmente privo di argomenti. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Action, Fantasy

DARK SHADOWS: Mostri, diversi, uguali

Un vecchio adagio recita che ogni autore di cinema gira sempre lo stesso film.

Nulla di più vero se pensiamo a Tim Burton e alla sua ultima fatica, l’oscuro Dark Shadows. Ancora una volta troviamo tutta la poetica del diverso che da sempre alimenta il cinema di Burton a cominciare dal suo vampiro protagonista, un simpatico e mai così  spietato Johnny Depp, fino alla sua splendida, mefistofelica ed altrettanto diversamente donna antagonista, la strega Eva Green.

Pellicola decisamente più cupa rispetto alle ultime, fortemente contaminate da una prepotente matrice fanciullesca, intrisa di sangue e di lancinante strazio e profondità, Dark Shadows racconta la perdita, dell’amore, della vita, dei genitori e dell’umanità, per ritrovare poi forza, coesione e sostanza in un equilibrio nuovo, non umano e probabilmente precario. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Drama, Fantasy

ATTACK THE BLOCK: Fuoco d’artificio con Babau

Caro buon vecchio Regno Unito… così compassato e tradizionalista, ma anche estremamente pronto a scherzare e a fare i capricci, quando un buon film gliene da la possibilità.

Attack the block, non è un film particolarmente diverso da altri che ultimamente ci hanno divertito ed intrattenuto, in primis da La Horde, da cui riprende la stessa struttura e la medesima, straniante, quotidiana idea, eppure questa atipica invasione aliena a suon di rap della periferia, conquista e si fa ricordare. A cominciare dai suoi piccoli protagonisti, tutti adolescenti appena un pò più grandicelli rispetto ai Goonies o ai ragazzi di Super 8, Attack the block, mischia generi, influenze e sensazioni, facendoci vivere l’esperienza di un film di fantascienza atipico, interpretato dal cast di un classico anni ’80, mischianto però con tematiche e sviluppi modernissimi. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commedia, Fantasy, Fatascienza

THE AVENGERS: Solo un film

Per Odino, bel film.

Sarò sincero, non avevo nessuna voglia di scrivere questa recensione, anzi non avevo proprio più nessuna voglia di scrivere, avvilito da tanti, troppi film tutti uguali e profondamente deluso da un panorama cinematografico che confina in un cantuccio l’esigenza di essere e promuove a piene mani la voglia di apparire. In un periodo come questo, mi rendo conto di rifugiarmi sempre più in me stesso e nelle pellicole che conosco meglio, cercando in loro un conforto che spesso non arriva. Poi esiste il non trascurabile problema di avere qualcosa da dire e di conseguenza da scrivere. In un panorama come questo, il superfilm sui supereroi pensavo proprio di risparmiarmelo, anche perché ormai tutti quanti ne avevano detto, scritto e argomentato, cantandone lodi e confezionando  pigiamini di saliva. Continua a leggere

8 commenti

Archiviato in Action, Fantasy

HUGO CABRET: Magia del cinema

C’è più magia in un solo fotogramma di Hugo Cabret, di quanta ce ne sia in tutto The Artist.

Dichiarazione d’amore incondizionato e totale al cinema , nella sua forma più poetica e fanciullesca, Hugo Cabret, attraversa le nostre vite e la nostra anima con la levità del ricordo e la delicatezza di un sussurro.

Scorsese, approdato al cinema per ragazzi, o presunto tale, visto che comunque questa pellicola ha implicazioni più adatte ad un pubblico adulto, più pronto e preparato a coglierne tutte le sfumature, confeziona un film profondo ed affettuoso, anche se non privo di difetti.

Appesantito dalla messa in scena di tutta quell’umanità particolarissima ed accessoria, che sembra ormai un topos di certe storie dedicate ad una pletora di casalinche disperate in odor di nostalgia parigina, Hugo Cabret è comunque e soprattutto una lettera d’amore ad un universo immaginifico a cui Scorsese deve tantissimo, quello del cinema. Continua a leggere

11 commenti

Archiviato in Avventura, Drama, Family, Fantasy

IMMORTALS: Testosterone e puro mito

Qual è la cosa più bella che vi possa capitare, ovviamente in ambito cinematografico?

Personalmente, esclusa una bella chiacchierata di lavoro con un regista che stimo (sognare non costa nulla), la più bella cosa che mi possa capitare è quella di sedermi in sala per assistere ad un film ritenuto mediocre e rialzarmi entusiasta e felice come un bambino la mattina di Natale.

Questo desiderata calza a pennello ad Immortals, pellicola visivamente abbacinante e più semplicemente emozionante, firmata dall’avaro Tarsem, che fin’ora ci ha regalato solo 3 film in carriera. Prendendo spunto dall’abbagliante magnificenza della mitologia che ha regolarmente abitato la nostra infanzia, Immortals, racconta del coraggio di Teseo, della crudeltà di re Iperione, della morte del Minotauro e della cruentissima guerra tra Zeus e i Titani, scagliandoci di fatto in un mondo di mito, sangue, tenebra e gloria, impossibile da dimenticare. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in 3D, Action, Drama, Fantasy, Mito

MIDNIGHT IN PARIS: Angolo di paradiso

Ecco un vero e proprio miracolo, Midnight in Paris è un angolo di paradiso.

Il nuovo splendido film di Woody Allen comincia con una dichiarazione d’amore ad una città, ovviamente Parigi, che probabilmente non è mai stata più bella, sognata e desiderata.

Prendendo spunto da un’idea tanto semplice, quanto geniale ed affascinante, lo sceneggiatore di Hollywood, con ambizioni da scrittore, Owen Wilson, ci accompagna nel suo vagabondare per le strade, i volti e la musica, di una città magica, che tra utopie del passato e promesse del presente, si fa amare come mai prima d’ora.

Proprio l’utopia del passato e il rimpianto per ciò che fu, sono alla base di un’opera matura e ricca di gioia e poesia, riflessione compiuta e circolare sull’impossibilità di essere qualcosa di diverso di ciò che si è, pur riuscendo a mantenere la speranza e la capacità di sorridere al presente. Tra sogni e nostalgie, il miracolo dell’arte si manifesta davanti ai nostri occhi, facendoci comprendere, non senza prendersi il tempo per una risata e una lacrima, che la vera essenza del vero, del reale, della vita, sta negli occhi di una donna, o forse in una goccia di pioggia,  non in un’idea astratta. Continua a leggere

5 commenti

Archiviato in Commedia, Fantasy

LANTERNA VERDE: La solita cena a base di… George

Una volta mi è capitato di leggere una striscia a fumetti che mi ha particolarmente divertito. In una cucina, seduto a tavola, il protagonista che chiede alla sua compagna: Che si mangia questa sera? Lei distrattamente risponde: George… A quel punto lui commenta: Ha servito quegli avanzi di tonno talmente tante volte, che abbiamo cominciato a dargli un nome.

C’è stato un periodo della mia vita in cui un film come Lanterna verde, mi avrebbe appassionato, forse sarei addirittura corso al cinema per vederlo. Ma il tempo passa e il periodo storico che ho in mente, mi vedeva vestito con le braghette corte e la maglietta di Mazinga. La verità è che Lanterna verde non è un film disprezzabile, ma è assolutamente identico ad altri 100 film sui super eroi, visti di recente sul grande e piccolo schermo. Continua a leggere

1 commento

Archiviato in Fantasy

FRIGHT NIGHT: Chiamatelo Ammazzavampiri

Che cosa sia passato per la testa dei distributori italiani riesce difficile dirlo.

Raramente capita di mancare l’occasione per sfruttare un titolo già noto al grande pubblico, in questo senso la scelta di lasciare intonso l’originale Fright night (pur accessoriandolo con un pessimo sottotitolo) a discapito del quasi di culto Ammazzavampiri, ha dell’imperscrutabile.

Meglio così, ben venga l’original language e vista la stagione estremamente calda, tenetevi pronti per una scorpacciata di orrore vampiro.

In un momento storico in cui i succhia sangue sono all’ordine del giorno, non sto parlando solo dell’arcinoto Twilight, ma di un’infinita serie di libri, serie tv e prese in giro, che ormai iniziano un pochino a mostrare il fiato corto, appare assolutamente innocente, disarmante e quasi commovente, questo anacronistico tentativo di restituire alla figura del vampiro quella dignità e quell’integrità che solo una pellicola cult degli anni ’80 poteva ancora regalargli. Continua a leggere

4 commenti

Archiviato in Fantasy, Horror

POTTEROLOGY: I Doni della Morte

L’idea è quella di recensire tutti i film della saga, in occasione dell’uscita dell’ultimo capitolo. Dal primo film datato 2001 fino alla seconda parte del settimo, in uscita nel 2011, dieci anni di attese, promesse e qualche conferma, ma soprattutto dieci anni di crescita.

Se da un punto di vista filologico Il principe Mezzosangue ha una parentela di primo grado con I doni della morte, appare sciocco, dal mio punto di vista, commentare separatamente gli ultimi due film della saga, come se si trattasse di due capitoli differenti e non la prima e la seconda parte dello stesso tutto. Diviso per esigenze di mole del materiale narrativo e molto più probabilmente di businness, I doni della morte è a tutti gli effetti un’unica pellicola, l’ultimo tassello di un viaggio durato 10 anni.

Come nella miglior tradizione cinematografica, l’ultimo capitolo si spacca in due anime, la prima appannaggio di azioni e reazioni, mentre la seconda tira i fili della storia, spiegando ciò che restava ancora in sospeso. Bisogna dire subito che entrambe le anime del film sono estremamente ben bilanciate e vitali, ben lontane dal deludere ed anzi foriere di emozione, pathos e in alcuni casi di lacrime. Per esempio, la parte dedicata ai combattimenti (tantissimi in questo film) e alle pericolosissime imprese (su tutte l’entrata alla Gringott) è perfettamente bilanciata da una splendida sequenza animata (nata per comprendere quali siano i doni della morte) e dalla meravigliosa e toccante scena del pensatoio, in cui Harry affronterà il passato del più ambiguo dei suoi ex professori. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Fantasy, Potterology

VANISHING ON 7th STREET: Scomparendo tra le ombre del brutto cinema

L’incipit è perfetto.

Un affollato centro commeciale, una multisala piena zeppa di gente che ride a crepapelle gustandosi una commedia. Il proiezionista esce a prendersi una bibita, flirta con la commessa, rientra in sala ed improvvisamente salta la luce. Buio ovunque, le risate si fermano all’improvviso, la sala è deserta, tutti, ma proprio tutti, sono scomparsi.

Ma cosa sta capitando al cinema americano? Sembra che l’horror e la fantascienza negli ultimi tempi siano ossessionati dall’apocalisse, dalla fine del mondo e dall’estinzione dell’umanità. Cambiando maniera e presupposti, tra epidemie, eventi inspiegabili, invasioni aliene e cataclismi geologici di rilevanza a volte planetaria, sembra che la speranza abbia abbandonato i cuori di coloro che scrivono di cinema. Un giorno forse questa tendenza dovrà essere approfondita, radicata com’è nelle profondità di un genere che dopo l’11 Settembre non è più stato lo stesso, nel bene e nel male. Continua a leggere

1 commento

Archiviato in Fantasy, Horror

POTTEROLOGY: Il Principe Mezzosangue

L’idea è quella di recensire tutti i film della saga, in occasione dell’uscita dell’ultimo capitolo. Dal primo film datato 2001 fino alla seconda parte del settimo, in uscita nel 2011, dieci anni di attese, promesse e qualche conferma, ma soprattutto dieci anni di crescita.

Difficile non considerare questo film un unicum con I doni della morte. Difficile in quanto tutto ciò che succede qui è assolutamente parte di ciò che troveremo sul nostro cammino poi.

Non solo, francamente è giusto e doveroso notare che dalla fine de Il calice di fuoco, in cui Voldemort si manifesta nuovamente facendosi carne e sangue, assistiamo quasi ad un unico film, indissolubilmente legato e consequenziale. Se le prime pellicole si possono leggere in maniera a se stante, come parti slegate di un tutto, questo esercizio risulta moto più difficile da L’ordine della Fenice in poi, in cui le vicende narrate hanno ripercussioni determinanti e dirette nei capitoli successivi.  Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Fantasy, Potterology

POTTEROLOGY: L’ordine della fenice

L’idea è quella di recensire tutti i film della saga, in occasione dell’uscita dell’ultimo capitolo. Dal primo film datato 2001 fino alla seconda parte del settimo, in uscita nel 2011, dieci anni di attese, promesse e qualche conferma, ma soprattutto dieci anni di crescita.

Arrivato al quinto film (quasi tutto d’un fiato) forse dovrei avvertire un’avvisaglia di stanchezza o perlomeno di tedio, ma francamente L’ordine della Fenice è talmente complesso ed interessante, da spazzare via qualsiasi dubbio in proposito.

Oltre a presentare il solito caravan serraglio di meraviglie assortite, il film ha due grandissimi pregi, il primo di occuparsi di una tematica forte ed inquietante, come l’ingerenza da parte di un potere più alto, ottuso e assolutista nel sacro mondo dell’insegnamento e soprattutto ci introduce uno dei personaggi meglio riusciti della saga, quella professoressa Umbridge, magnificamente interpretata da Imelda Staunton, talmente inquietante e raggelante da apparire più vera del vero. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Fantasy, Potterology

POTTEROLOGY: Il Calice di Fuoco

L’idea è quella di recensire tutti i film della saga, in occasione dell’uscita dell’ultimo capitolo. Dal primo film datato 2001 fino alla seconda parte del settimo, in uscita nel 2011, dieci anni di attese, promesse e qualche conferma, ma soprattutto dieci anni di crescita.

In chiusura de Il calice di fuoco, mentre le scuole ospiti lasciano Hogwarts, Hermione Granger dice agli amici Harry Potter e Ron Weasley: Niente sarà più come prima vero? Sarà lo stesso Harry a rispondere con un lapidario: No.

Con queste parole termina il quarto film della saga, preannunciando effettivamente ciò che verrà dall’Ordine della Fenice in poi. Ormai il dado è tratto, l’oscuro signore è tornato e la divisione prima, seguita dalla guerra poi, avvolgono tutto e tutti. Continua a leggere

1 commento

Archiviato in Fantasy, Potterology

POTTEROLOGY: Il Prigioniero di Azkaban

L’idea è quella di recensire tutti i film della saga, in occasione dell’uscita dell’ultimo capitolo. Dal primo film datato 2001 fino alla seconda parte del settimo, in uscita nel 2011, dieci anni di attese, promesse e qualche conferma, ma soprattutto dieci anni di crescita.

Lupi mannari, corvi, alberi assassini e soprattutto una flottiglia di mietitori senza volto, che portano il nome di Dissennatori, sì  con Il prigioniero di Azkaban siamo in piena fiaba gotica.

La scuola di Hogwarts non è più quel posto sicuro che tutti ricordavamo, la magia dell’atmosfera incantata e della neve che spesso la ammantavano di candore, hanno lasciato il posto ad una pioggia incessante ed implacabile, capace di cambiare il volto e l’umore al mondo intero. L’atmosfera lugubre e funerea che si respira dall’entrata in scena dei Dissennatori, spalanca uno  scrigno di paure e gelida consapevolezza. Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in Fantasy, Potterology

POTTEROLOGY: La Camera dei Segreti

L’idea è quella di recensire tutti i film della saga, in occasione dell’uscita dell’ultimo capitolo. Dal primo film datato 2001 fino alla seconda parte del settimo, in uscita nel 2011, dieci anni di attese, promesse e qualche conferma, ma soprattutto dieci anni di crescita.

E poi furono i ragni e i serpenti.

Comincia a prendere una piega decisamente dark, il secondo capitolo della saga di Potter, corpi pietrificati, sospetti e creature da incubo, per una pellicola che pur non avendo la magia della scoperta, insita invece ne La pietra filosofale, ha il privilegio di iniziare a schierare i pedoni e muovere i primi passi verso la guerra che verrà. Continua a leggere

1 commento

Archiviato in Fantasy, Potterology