EXTREMELY LOUD & INCREDIBLY CLOSE: Molto forte, incredibilmente vicino

Il più brutto dei giorni.

Un uomo cade nel vuoto.

Ho amato il libro capolavoro di Safran Foer e in modo diverso e complementare ho amato questo splendido film.

Pellicola frammentaria, esperienza di lancinante tristezza e folgorante epifania, gioia e dolore, croce e delizia, riso e lacrime.

Momento altissimo di empatia e pietà, nadir di umana disperazione, lutto e perdita, zenit di amore, memoria e disperata umanità.

Oskar e’ un bambino che ha perduto il papà l’11 settembre del 2001, Molto forte incredibilmente vicino e’ la storia del suo tentativo di ritrovare il genitore, riappropriandosi del suo ricordo, elaborandone il lutto per trovandogli infine un posto nel proprio cuore, dove finalmente possa riposare. Ovviamente le lacrime scorreranno inarrestabili, ma soprattutto cresceremo e attraverseremo insieme al piccolo protagonista il cuore pulsante di una tragedia che ha lasciato cicatrici in ognuno di noi, che ne siamo consapevoli oppure no.

Film strano ed ipnotico, costruito e consumato in un climax in perenne stato di grazia ad un passo dal sublime o dall’indimenticabile, Molto forte incredibilmente vicino, ha il dono raro del saper raccontare una storia universale, capace di arrivare all’anima di ognuno di noi. Pellicola fatta di dettagli, di gesti, di silenzi e sopra ogni altra cosa di volti, opera di meditata pietas e di spontanea e sussurrata potenza, capace di esploderti in petto, come la voglia di abbracciare tua figlia. Esperienza indimenticabile e sincera, grande parabola di crescita interiore e amore purissimo per la vita e l’umanità, la pellicola che piu’ di ogni altra meritava l’Oscar come miglior film, si fa largo lentamente nel nostro cuore fino ad invaderlo completamente, colonizzandolo e regalandoci qualcosa di unico da ricordare per sempre.

Poi ci sono le superbe interpretazioni in punta di piedi di un Tom Hanks in gran forma, di una commovente Sandra Bullock, di un gigantesco Max Von Sydow e soprattutto  dell’indimenticabile e bravissimo Thomas Horn, vera piccola grande sorpresa del film. Extremely loud & incredibly close non può o non deve lasciare idifferenti, capace com’è di smuovere emozioni più grandi di noi, difficili da spiegare a parole, quando queste ultime si trasformano in tremebondi singhiozzi.

Così come il libro da cui è tratto, questo bellissimo film è in grado di parlare ad una parte di noi privata, anzi segreta. Ancestrale e primitiva coscienza comune, ceppo e radice di un esssere e sentirsi prima di tutto umani, facendo affidamento su di un istinto di comunione e sensibilità che attraverso le lacrime apre un varco tra il nostro cuore e quello di tutti coloro che ci circondano.

Potendoli finalmente capire, sentire e amare, insieme, al nostro fianco, riconoscendoli come simili, come uomini, per la prima volta.

E tutto questo è davvero bellissimo.

.

LA SCENA CHE VALE IL FILM

Tantissime, verrebbe da dire tutto il film, ma dovendo scegliere, il cuore batte per lo splendido finale.

L’ANGOLO DELL’INTRIGANTE NOZIONISMO

Safran Foer è anche autore dello splendido Ogni cosa è illuminata, anch’esso diventato un bellissimo film. Il regista Stephen Daldry è autore del fortunato Billy Elliot, del bellissimo The Hours e più recentemente del drammatico The reader, che ha fatto vincere un Oscar alla sempre brava Kate Winslet. Parlando degli attori, Sandra Bullock oltre ad aver interpretato dozzine di commediole romantiche e l’adrenalinico Speed, ha vinto un immeritato Oscar per il debolissimo The blind side. Tom Hanks non ha ovviamente bisogno di presentazioni, mi limito a citare i suoi film che preferisco: Casa dolce casa? (demenziale e divertente), Big (toccante e bellissimo remake del Da grande di Amurri), L’ultima battuta (caustico e amaro film sul mondo della comicità), Forrest Gump (geniale, divertente, commovente), Era mio padre (film inspiegabilmente maltrattato da molti) e Prova a prendermi (uno dei film più convincenti del recente Spielberg).

.

About these ads

Lascia un commento

Archiviato in Capolavoro, Drama

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...