HUGO CABRET: Magia del cinema

C’è più magia in un solo fotogramma di Hugo Cabret, di quanta ce ne sia in tutto The Artist.

Dichiarazione d’amore incondizionato e totale al cinema , nella sua forma più poetica e fanciullesca, Hugo Cabret, attraversa le nostre vite e la nostra anima con la levità del ricordo e la delicatezza di un sussurro.

Scorsese, approdato al cinema per ragazzi, o presunto tale, visto che comunque questa pellicola ha implicazioni più adatte ad un pubblico adulto, più pronto e preparato a coglierne tutte le sfumature, confeziona un film profondo ed affettuoso, anche se non privo di difetti.

Appesantito dalla messa in scena di tutta quell’umanità particolarissima ed accessoria, che sembra ormai un topos di certe storie dedicate ad una pletora di casalinche disperate in odor di nostalgia parigina, Hugo Cabret è comunque e soprattutto una lettera d’amore ad un universo immaginifico a cui Scorsese deve tantissimo, quello del cinema.

Attraverso lo sguardo incantato e vergine dell’orfano Hugo, è facile emozionarsi e perdersi, smarriti tra i meccanismi di un orologio cinematografico, estremamente sincero. Il mondo rievocato da Hugo (e mi riesce molto difficile non svelarvi altro) è quello dell’incanto e della meraviglia, la terra del sentimento, della magia e del passato. Il cinema è tutto questo, vero motore e molla, meccanismo perfetto e gioco di prestigio, fucina di emozioni e lacrime, carpentiere dell’anima ed angelo custode di uno ieri che può ancora ripetersi, uguale eppure diverso negli occhi di chi lo guarda.

Hugo Cabret è uno splendido film, che con umiltà, sincerità e commossa partecipazione, tenta di restituirci qualcosa che ci è stato tolto e rubato, la meraviglia di una risata, la spiazzante fissità di una lacrima, il desiderio di vivere e sognare, ricordare ed essere.

E tutto ciò riesce a restituircelo attraverso il cinema, mezzo magico a cui tutti noi, compresi me che scrivo e voi che leggete, dobbiamo tantissimo. Il cinema è la ragione per cui ci siamo trovati ed abbiamo deciso di stringerci in un ideale abbraccio, qui, ora, come una famiglia e per tutta la vita.

.

LA SCENA CHE VALE IL FILM

Tutte quelle in cui viene rappresentata la magia del cinema che fu, incredibile e magico.

L’ANGOLO DELL’INTRIGANTE NOZIONISMO

Film pieno zeppo di star, anche in piccoli ruoli. Si comincia con il poliedrico e geniale Sacha Baron Cohen nel ruolo del poliziotto della stazione, già autore di Borat e Bruno,  a breve è in uscita The Dictator, esilarante film basato su di uno scritto di Saddam Hussein, ne vedremo delle belle. Il giocattolaio ha il volto di Ben Kingsley, attore straordinario, che ha regalato al cinema ruoli indimenticabili, tra tutti mi piace ricordare l’esilarante Doctor Watson da lui interpretato al fianco di Michael Caine nell’indimenticabile Senza indizio, in cui si teorizza che Sherlock Holmes sia un attore imbranato e che il vero genio investigativo sia invece il suo amico e braccio destro. Infine tra gli altri, piace vedere nei panni dell’amica di Hugo la sempre più brava Chloe Moretz, indimenticata Hit Girl di Kick Ass e dolente bambina vampiro in Blood Story. Scorsese, credo proprio che non abbia bisogno di presentazioni. Volendo compilare una lista dei miei film preferiti da lui diretti:

Taxy Driver, Toro scatenato, Re per una notte, Fuori orario, Casinò e Shutter Island.

.

About these ads

11 commenti

Archiviato in Avventura, Drama, Family, Fantasy

11 risposte a “HUGO CABRET: Magia del cinema

  1. gran bel film, pieno di nostalgia per il cinema di Meliès e di amore per il cinema tout court (le citazioni cinefile, da René Clair a Harold Lloyd, sono talmente numerose che non ci provo nemmeno a elencarle)
    N.B. mi fa piacere veder citato SENZA INDIZIO; magari gli dedico il prossimo post

  2. Caro Houssy, grazie per questa bellissima recensione. Mi hai fatto venire voglia di andare subito a vedere il film, pur senza svelare la trama.. così la magia rimane intatta!! Cosa ne pensi dell’utilizzo del 3d?
    Fuori tema.. ti abbiamo premiato al nostro personale Versatile Blog Award! http://www.nonsolopizzaecinema.com/

    • Cari ragazzi grazie di cuore sia per il premio che per i complimenti.
      Purtroppo il vostro commento era finito tra lo spam (chissà poi perchè?) e l’ho recuperato solo per puro caso, a volte WordPress si muove per vie imperscrutabili.
      Mi scuso quindi con voi per il ritardo con cui vi rispondo e vi ringrazio.
      Hugo Cabret è uno splendido film e credo che si porterà a casa l’Oscar, vedremo.
      L’uso del 3d francamente mi ha un pochino stancato. All’inizio era magico, ora è solo irritante, non sembra anche a voi di vedere un film con gli occhiali da sole? Ci sono poi pellicole in cui l’uso di questa tecnica è francamente superflua, in Hugo, devo però dire che non lo è, anzi il film ne trae forza. Peccato per il già citato effetto oscurità.
      Un saluto, un sentito ringraziamento e ancora una volta, scusatemi.

  3. Film bello e sincero… una gioia per il cuore.
    Senza indizio è un film a cui sono terribilmente affezionato, divertentissimo e con una sceneggiatura molto intrigante. Kingsley e Caine sono straordinari, non vedo l’ora di leggere il tuo post sull’argomento.
    Un saluto

    • Mi dispiace che il mio primo intervento sia una critica… A parer mio la sceneggiatura di Hugo Cabret è un insulto all’intelligenza.
      SPOILER SPOILER SPOILER
      In varie occasioni si ricorre ad un deus ex machina per far procedere la storia. Inizialmente non è credibile che proprio l’unica amichetta di Hugo possedesse la chiave dell’automa, dato che questo vive in stazione (e l’ha conosciuta) per puro caso. Inoltre viene detto che non era l’unico automa creato da Melies (e in ogni caso si credeva fosse perduto) eppure la Moretz portava la suddetta chiave al collo. Infine il mega-esperto su Melies entra in contatto proprio con la nipote in modo totalmente casuale. Questi interventi fanno sì che la trama proceda a stento, e soprattutto in modo discontinuo, causando, nel mio caso, noia.
      Infine la storia dei personaggi secondari è mal sviluppata e scimmiotta un po’ troppo “Il favoloso mondo di Ameliè”, peccato per Cohen (secondo me il miglior attore del film).
      Scorsese non ha quasi colpa, dato che non ha firmato soggetto e sceneggiatura (come quasi non ha meriti per le citazioni). Fatto sta che Hugo Cabret resta un sopravvalutato, tecnicamente perfetto, ma mediocre film, inferiore imho ad Avatar ed il citato The Artist entrambi tecnicamente perfetti ma raccontati decisamente meglio.

      • Perché dispiacersi le tue opinioni sono assolutamente legittime e anche condivisibili in quanto ottimamente argomentate. Non va però dimenticato che a mio parere si tratta di un film per ragazzi e per adulti ancora un po’ bambini. Questo aspetto di favola mi fa perdonare alcuni scivoloni. Mi ha fatto piacere incontrarti tra questa pagine, splendido il tuo sito. Vorrei inserirti nella sezione amici. Posso? A presto, almeno spero.

      • Grazie ne sarei lusingato… Ti ho inserito anch’io nella lista amici, ma credo che il beneficio non sia confrontabile. Sono da poco venuto a conoscenza del tuo blog e devo dire che è apprezzabile il fermento che sei riuscito a creare. La partecipazione e il confronto di idee in rete (che sono tra i motivi per cui ho aperto un sito) purtroppo in ambito cinematografico non sono così sentite (come ad esempio per i videogiochi dove non è raro trovare centinaia di commenti per ogni post).

  4. Per me capolavoro sicuramente. Va ad affiancarsi alle grande opere di Scorsese, regista e autore che amo a dismisura.

  5. Pingback: Google Alert – CINEMA NEWS – Easy News Press Agency | Easy News Press Agency

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...