FINAL DESTINATION 5: Occhio allo strepitoso finale

So già cosa state per dire.

Ormai la serie di Final destination ha frantumato le aspettative (per non dire altro…) di chiunque. Allora perchè continuare a produrne capitoli e soprattutto, perchè continuare a guardarli?

Forse come malato di horror non ne posso fare a meno o più probabilmente, l’idea che sia la morte stessa ad esigere quanto gli spetta, è talmente azzeccata da farmi desiderare che questa saga non finisca mai. Non lo so e probabilmente non è nemmeno importante, quello che conta è che dopo un terzo e quarto capitolo piuttosto imbarazzanti, mi piace notare che questo numero cinque ha un paio di idee, (giusto un paio, ma in un horror a volte ne basta una sola) da far dimenticare e perdonare tutto quello che invece non funziona per niente.

La musica è sempre la stessa: situazione, premonizione iniziale, salvataggio in extremis, sospetto, accettazione e mattanza. Bisogna dire subito che questo quinto capitolo non si discosta di una virgola da questo canovaccio, riproponendo perfino e per l’ennesima volta, il personaggio di Tony Todd e dopo un incidente aereo, uno stradale, le montagne russe e il circuito nascar, questa volta siamo alle prese con un ponte ballerino.

La mattanza che segue, ha un sapore un pò sciapo e a parte una gustosa scena in palestra, ha ben poco da offrire, ma se il film ha il gusto del già visto, appesantito da un 3d fin troppo insistito, quello che colpisce e lascia piacevolmente colpiti è l’intuizione di cambiare le regole in corsa, come suggerito dal trailer.

Se ancora non bastasse, il finale, chiude degnamente il film e forse la saga, consegnando l’intera pellicola alla duratura memoria di un pubblico attonito e a tratti ammirato, pronto a citare nelle proprie preghiere i nomi di regista e sceneggiatore. Senza rivelare nulla, vi basti pensare che alludo ad una circolarità narrativa da far invidia al più navigato dei romanzieri.

Il resto dell’operazione si smarrisce e si dimentica ovviamente molto in fretta, come una puntura di zanzara, innocuo, stupido, sanguinolento ed eccessivo, come solo il quinto capitolo di una saga horror sa essere.

.

VOTO DI TESTA (PASSATE ALCUNE ORE): – 6 -

VOTO DI CUORE (PERSONALISSIMO): – 6,5 -

VOTO DI PANCIA (APPENA FINITI I TITOLI DI CODA): – 7 -

CHE INVESTIMENTO MERITA DA PARTE VOSTRA:

Merita una bella serata horror con gli amici davanti alla tv, patate fritte magnum, birra a fiumi e rutto libero.

.

About these ads

2 commenti

Archiviato in Horror

2 risposte a “FINAL DESTINATION 5: Occhio allo strepitoso finale

  1. agegiofilm

    Ok, come ogni tanto capita in queste saghe, puoi saltare certi capitoli. Mi sto leccando i baffi, oppure sono solo molto curioso di vederlo.

  2. LUCIA

    FINISCE CHE MUIONO TUTTI NEL VOLO 180

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...