IL LATO OSCURO DELLA TERZA DIMENSIONE: Considerazioni di un padre determinato a rispettare la salute della figlia

Mia figlia ha tre anni e mezzo ed è pazza per i cartoni (come tutti i bambini), per colpa poi di un padre snaturato, che le ha trasmesso la passione per la sala cinematografica, ogni nuovo film in uscita è salutato con l’entusiasmo riservato alla vigilia di Natale. Immaginate quindi una bimba gasata a mille al pensiero di poter vedere Cattivissimo me (al cinema da venerdì scorso) ed un padre pronto a realizzare il desiderio della figlia.

Purtroppo questo padre sta per scontrarsi con una triste ed amara realtà.

Ora dovete sapere che abitiamo in una città piuttosto grande del nord Italia, non certo quindi in un depresso villaggio senza corrente elettrica del profondo entroterra della penisola. Pur disponendo delle opportunità e delle possibilità di una grande e colta città, Cattivissimo me  in 2d risulta programmato solamente in una multisala in una piccola e misconosciuta frazione dell’interland, nessuna altra sala e in nessun orario sembra offrire questa opportunità.

Ci tengo a chiarire subito che questo post non vuole essere un attacco gratuito al 3d, come amante della settima arte, sono lieto che in molti abbiano ripreso ad affollare le sale cinematografiche e anche se penso che stiamo un tantino esagerando (Step up in 3d mi sembra a dir poco superfluo), non ho nulla contro questa modaiola tecnologia. La mia vuole essere una riflessione di tutt’altra natura.

Anche se qualcuno di voi non ha mai indossato i fatati occhialini, certamente tutti sanno dell’esistenza di questo nuovo/vecchio magnifico (?) modo di fruire le pellicole su grande schermo. E’ di dominio pubblico poi,  che il ministero della salute (ormai da qualche tempo) ha caldamente sconsigliato la fruizione di tal meravigliosa tecnologia ai bambini al di sotto dei 6 anni di età.

Ma torniamo a Cattivissimo me, motore di questo sfogo ormonale. Il film dunque risulta iper programmato a tappeto in tutta la città e provincia, ma solamente in tre dimensioni, per una tranquilla e riposante visione in 2d, siamo quindi costretti a convergere verso l’unica sala che sembra aver previsto che questo film possa interessare anche i bambini di età inferiore ai 6 anni.

A ben pensare lo stesso problema lo avevo riscontrato qualche settimana fa, andando a vedere Cani & Gatti-La vendetta di Kitty, infatti su tutto il territorio una sola sala proiettava il film in due dimensioni. Ancora una volta un film dedicato ai bambini veniva proposto per la stragrande maggioranza in una formula non fruibile da molti di loro, quindi ho iniziato a farmi delle domande.

Ora, io capisco le logiche commerciali dietro a queste scelte (il biglietto costa di più, le persone sono maggiormente attratte dalla novità del 3d e anche le sale devono pur campare), ma le trovo comunque discutibili, scarsamente propense a prendere in considerazione le responsabilità che vanno di pari passo con i profitti. Mi risulta comunque, nella mia esperienza di frequentatore di sale, che mai come nel caso di una pellicola dedicata ai bambini queste si riempono fino a scoppiare. I film per famiglie e in particolare i cartoni animati, sono pochi, di conseguenza quando ne esce uno, papà, mamme e nonni con pargoli al seguito accorrono numerosi e pronti a spendere.

Non è forse un piccolo autogol allontanare quelle famiglie e decidere scientemente di rinunciare a quella succulenta fetta di pubblico? Senza contare che per esempio alcune multisale danno la possibilità di fruire delle proiezioni della domenica mattina, ideali per i gruppi familiari assortiti che desiderano trovare un’alternativa al bigio clima autunnale.

Non voglio certo ostacolare la diffusione del 3d, ne voglio costringere le sale a programmare lo stesso film due volte, togliendo spazio ad altre meritevoli pellicole, penso semplicemente che una migliore distribuzione degli orari potrebbe giovare, venendo incontro alle esigenze di tutti e permettendoci così di frequentare il cinema con maggior libertà ed intelligenza.

Personalmente ho portato mia figlia a vedere Cattivissimo me un lunedì sera alle 20:30, la bambina ha certamente gradito, ma la stanchezza era dietro l’angolo. Capisco che questo sia un problema di poco conto e riguardante una piccolissima fetta di popolazione, ma il cinema appartiene a tutti ed è giusto che tutti ne possano godere, dopotutto vedere un film in sala è una festa per la mente e per gli occhi, un appuntamento col crescere… sarebbe bello renderlo possibile, senza dover fare i salti mortali.

Ovviamente mi piacerebbe sapere la vostra opinione sull’argomento, magari riportando la vostra esperienza e la presenza o meno di pellicole per bimbi in 2d nelle vostra provincia. Grazie a tutti.

Verso il 3d e oltre…

About these ads

1 commento

Archiviato in Uncategorized

Una risposta a “IL LATO OSCURO DELLA TERZA DIMENSIONE: Considerazioni di un padre determinato a rispettare la salute della figlia

  1. the rock

    sono totalmente d’accordo con la tua analisi!!
    personalmerte ho guardato in 3d solo avatar e devo dire che mi ha lasciato il segno.. in negativo.. male allucinante agli occhi e un gran mal di testa che è durato tutto il giorno dopo..
    quando poi un po di tempo dopo sono andato a vedere scontro tra titani e mi sono sentito dire che era visionabile solo in 3d, ho lasciato perdere (fortunatamente, dato che poi ci hanno fatto un lavoro orripilante!!)orientando la mia scelta altrove!!
    penso che il 3d debba essere un optional, cioè solo chi lo ama o lo vuole scoprire dovrebbe usufruirne.. non dovrebbe, come invece spessissimo si fa, essere imposto a tutti.. sia in generale e sia sopratutto per i bambini (immagino quanto male possa fargli alla vista).. in certi casi il buonsenso conta piu dei fini commerciali e chi vende un prodotto di emozioni come le sale cinematografiche è ora che se ne renda conto..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...