RESIDENT EVIL-AFTERLIFE: Filmaccio in salsa Matrix con contorno di 3d

Il cinema horror ha moltissimi appassionati, un vero e proprio esercito che fa la fila al botteghino, paga il biglietto e si accomoda in sala pronto a saziarsi occhi ed orecchie. L’ultimo capitolo della stanca saga di Resident Evil, commette l’errore madornale di considerare questa fascia di pubblico come onnivora, pronta a digerire di tutto, pur di divertirsi.

Con una certa presunzione ed una memoria storica inesistente, il film in questione, con l’unica scusante di un 3d ingiustificato e ridondante, si scaglia sulla materia grigia dei suoi spettatori, causandone mal di testa ed irritazione crescente. E’ fin troppo chiaro da subito infatti, che l’ennesimo atto delle gesta di una Milla Jovovich ormai condannata a ricoprire questo ruolo a vita, non fa del sottotesto la propria cifra stilistica, dedicandosi invece con passione al saccheggio senza esclusione di colpi di altre pellicole.

Frullando tutto il materiale razziato altrove in un’ora e mezza di niente, Resident Evil: Afterlife, stanca ed indispettisce l’appassionato, che più di una volta durante la visione, avrà la tentazione di uscire dalla sala e di scaglairsi con rara violenza contro la cassiera e l’uomo dei pop-corn, giusto per placare un pochino la propria furia cieca. Matrix, La cosa, Silen Hill, tutta la saga di Romero e chi più ne ha, più ne metta,  schegge impazzite di tanti altri film, prese di peso ed utilizzate in modo barbaro, per riempire il minutaggio necessario.

L’aspetto comunque più degradante di un pellicola come questa, è l’utilizzo dell’ormai famosissimo stile alla Matrix, cioè tutto quell’insieme di ralenti esasperati, fermi immagine, velocizzazioni e scie di pallottole, che hanno fatto la fortuna del film con Keanu Reeves. Vera e propria maledizione di un genere, un pò come accadde dopo il fenomeno Pulp Fiction, questo stile si è imposto in centinaia di pellicole, diventando ben presto un odioso standard. Resident Evil: Afterlife esagera e ripropone questo maledetto meccanismo ad ogni scena d’azione o combattimento, arrivando a sfiancare anche il più fedelissimo degli adepti, intrappolato senza via d’uscita in un colossale coacervo di sequenze al rallentatore senza fine.

Purtroppo l’ultima considerazione va lasciata per l’uso del 3d. Più volte ho manifestato una certa insofferenza per questa tecnica risorta ultimamente, usata ed abusata ormai in decine di pellicole. La verità è che il 3d è ottimo se ha un senso, per esempio Avatar ha un suo perchè, ma Piovono polpette non ha questa fortuna. Resident Evil sposa la via dell’inutilità, regalandoci scene ridondanti e sciocche con l’unica scusa di scagliare oggetti verso il pubblico (una scena per tutti: Alice armata di tutto punto si fa lanciare un’ulteriore arma automatica, per uccidere un pò di zombie).

Tornando all’assunto iniziale, Resident… insulta l’intelligenza del pubblico a cui è dedicato, non andando ad aggiungere nulla, anzi rubando a piene mani da altri film di genere, come se gli appassionati in sala, da veri tonti, non se ne potessero accorgere. Una vera schifezza quindi, senza capo ne coda, senza giustificazioni e senza vergogna, ulteriore prova della progressiva degenerazione, che ha contagiato stili ed idee di un cinema sempre più uguale a se stesso.

Requiescat in Pace.

VOTO

Se avete da 00 a 13 anni: Se non avete mai visto un film, 7
Se avete da 13 a 20 anni: Patetico, 5
Se avete da 20 a 30 anni: Inutile, 4
Se avete da 30 a 40 anni: Aaaaahhhh, 2
Se avete da 40 anni in su: Basta, pietà, 0

About these ads

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...